MARIA YVONNE PUGLIESE, Torino 1963

Sono nata all’inizio di rapidi cambiamenti sociali. Ho ricevuto un’adeguata formazione alla persona più che a una professione: liceo classico D’Azeglio di Torino, laureata in Lettere all’Università di Torino, formata nelle lingue con numerose permanenze all’estero, scuola Internazionale di Interpretariato, Master a Firenze in Management dei Beni Culturali; ho lavorato in editoria, pubblicità e comunicazione. Molti gli incontri significativi, in particolare con John Cage a Torino a metà degli anni ’80 e Elliott Erwitt a New York alla fine degli anni ’90. Personalità molto diverse ma accomunate dalla forza e trasparenza di un autentico pensiero.

Nel 2007 ho aperto la galleria Yvonneartecontemporanea.

Due sono i criteri che sul piano etico, nel mio ruolo di gallerista, ho sempre perseguito: le relazioni vere e continuative con artisti e interlocutori aperti al dialogo culturale e l’adattamento e la reazione ai cambiamenti, senza l’appoggio di una teoria a priori.

Nell’età in cui viviamo, che Arthur Danto definisce post-storica, essendo venuti meno i punti di vista globali, privilegiati, diventa importante il modo in cui il soggetto pensa se stesso e organizza la propria esistenza. Da questo punto di vista assume una nuova centralità il modo di sentire del soggetto. I poeti, gli scrittori e gli artisti già da sempre trasformano il loro mondo sensitivo ed affettivo in un prodotto socializzato e la loro salvaguardia diventa oggi più di ieri indispensabile.

Dal 2007 ho lavorato con molti artisti organizzando mostre in galleria e in spazi pubblici cercando sempre di far arrivare integra la poetica degli artisti ai fruitori. L’elenco completo lo si trova nel sito della galleria yvonneartecontemporanea.

0

Comments are closed.